Gnocchi di spinaci o Maltagliati

Ingredienti

Procedimento

Mondate gli spinaci, lavateli, lavateli, lavateli. Lessateli in pochissima acqua (quella che gli rimane attaccata quando si tirano su dall'ultimo risciaquo) salata.

Sgocciolateli e (quando non bollono più) strizzateli ben bene e tritateli finementi (tanti cari auguri). Metteteli in una terrina, unitevi la ricotta, metà formaggio grattugiato, l'uovo (o i tuorli), sale, pepe.

Mischiate ben bene e poi aggiungete la farina un poco alla volta finché il composto non è della consistenza giusta (non troppo morbido nè troppo duro).

Con un cucchiaino (bagnato) versate un po' del composto nell'acqua bollente salata che nel frattempo avete messo al fuoco in una larga pentola. Continuate l'operazione badando a ritirare i gnocchetti la paletta bucata man mano che vengono a galla.

Questi ultimi vanno posti sul piatto da portata tenuto al caldo.

Condite con burro fuso e salvia e spolverizzate con abbontante formaggio grattugiato (io uso parmigiano).

Note

(ho preso le dosi da "Il cucchiaio d'argento": mi pare che la ricotta ne mettevo non piu' di 300 g e di sicuro mettevo un uovo intero e non 2 tuorli)

P.S. La ricetta de Il cucchiaio d'argento non prevede l'aggiunta di farina come indicato da me ma:

"con il composto (come sopra ma senza farina) formate tante palline, infarinatele leggermente e lessatele in acqua salata". Io non ci sono mai riuscita a farli cosi'.

via e-mail

Credo che il nome fosse più Malfatti che Maltagliati (N.d.A.)